Stampa
Scritto da administrator   

Carpenedolo  13 ottobre 2010

Grande successo alla  "DAMA VIVENTE" di Carpenedolo che ha superato ogni più rosea aspettativa. Oltre 500 persone si sono riunite nella piazza del ex-oratorio femminile per assistere alla bellissima manifestazione. La "Dama Vivente" è una vera e propria partita a dama, giocata nella piazza su una grande damiera, con pedine e dame  impersonati da persone con costumi di un tempo. Per l’occasione sono stati invitati due maestri di dama, Pierluigi Perani di Carpenedolo e Diego Signorini di San Polo.

L'idea di inaugurare le opere con lo spettacolo folkloristico della dama vivente è nata pochi mesi fa quando in corso d'opera Don Franco ha  pensato di sistemare al centro del cortile una grande damiera. Poi parlando con Perani, è scaturita l’idea di programmare la manifestazione.

dama vivente carpenedolo 2010

dama


 


 

-          Lo spettacolo è iniziato alle ore 16,00 quando il numerosissimo corteo preceduto dalla banda musicale e dai personaggi in costume è partito dalla casa di riposo S. Maria del Castello sfilando per la piazza Europa e Matteotti per poi entrare nell'oratorio femminile dove ha avuto luogo la cerimonia.

-        Un ringraziamento particolare va alla signora Nadia Angeloni, coordinatrice della manifestazione, alla costumista sig.ra Lucia Piva che ha preparato gli abiti alle collaboratrici Agnese Zanola e Nadia Bonazza che hanno partecipato attivamente ai lavori, alla banda musicale che ha tenuta viva la manifestazione,  alle 48 persone che si sono sostituite alle pedine in gioco,  gli addetti audio video,  Claudio Frigoni e Paolo Porrini, al regista Toso Gabriele, al tamburista Roberto Rodella che ci ha accompagnati ad ogni mossa. Allo speaker Gianni Ferrai che ha intrattenuto il pubblico spiegando le diverse fasi del gioco, ai maestri Perani Pierluigi e Signorini Diego che hanno giocato due  brillanti partite senza esclusione di colpi, ed infine al parroco di Carpenedolo, Don Franco che ha dato impulso alla manifestazione.

Oltre alle autorità istituzionali rappresentate nella persona del sindaco Gianni Desenzani, la comunità carpenedolese ha  avuto  l’onore di incontrare il Cardinale Giovanni Battista Re che dopo un breve e stimolante intervento ha dato inizio alla prima partita. La manifestazione si è conclusa con il ringraziamento da parte dell’organizzazione locale che, visto il grande interesse ed entusiasmo riscosso tra tutti i partecipanti e spettatori, si è presa l’impegno di  ripetere questa festa per il prossimo anno. 

Puoi visionare le altre foto cliccando sul menu in alto alla voce Dama vivente.